NewsPokerTornei

PokerStars Festival Bucharest: gli azzurri in gara

La calda estate del poker al PokerStars Festival di Bucharest

Il 15 agosto aprirà i battenti l’attesissimo PokerStars Championship di Barcellona. La calda estate del poker è però già partita e alcuni giocatori italiani hanno già iniziato a scaldare i motori in attesa dell’evento spagnolo. Tra questi Mattia Baccassino, conosciuto online come Cheever91 che sta partecipando con ottimi risultati al PokerStars Festival di Bucharest.

Baccassino è stato tra i protagonisti del Day 1A del Main Event, ottenendo il quarto posto, il pass per il Day 2 e una dote da 169.000 chips.

Non è però l’unico azzurro che ha fatto bella figura a Bucharest, tra i 66 passati al Day 2 ci sono altri 3 player  italiani. Massimo Caratelli per poco non è riuscito ad entrare nella Top 10, fermandosi undecimo con un bottino da 130.900 chips.

A metà count s’è invece posizionato Luigi Zurlo, piazzatosi 31esimo con 76.100 chips. Nella zona short stack troviamo invece Luca “lucaseba89” Sebastiani, con le sue 34.500 chips.

Chipleader del Day 1A è il giocatore rumeno Tamas Kabatnic (che giocava in casa) e ha chiuso la giornata imbustando ben 236.300 chips.

Niente da fare invece per un altro italiano che si era iscritto all’evento, Marco Montroculli è stato eliminato e non continuerà quindi la sua avventura al PokerStars Festival di Bucharest.

Nel passaggio dal Day 2 al Day 3 altri azzurri sono usciti di scena. A restare in gioco, tra i nostri connazionali, solo Mattia Baccassino e Massimo Caratelli.

Il Day 2 ha lasciato in gara solo 58 giocatori a contendersi una fetta del montepremi finale, di ben 706.560 euro complessivi.

I nostri due campioni dovranno vedersela, tra gli altri, con i sempre temibili Nandor Csaba Solyom e Daniel Nietrzebka. Il rumeno ha già raccolto qualcosa come 1.466.000 chips e domina la classifica, mentre il polacco lo tallona con le sue 1.436.000 chips.

A preoccupare non sono però solo questi due agguerriti player, ma anche l’ucraino Yuriy Kudrynskyy, terzo con un bottino da 805.000 chips, ed il lituano Linas Pugzlys, che con 777.000 chips è quarto nella classifica generale.

Nella la top ten ci sono poi anche il giocatore greco Loannis Taramas, (733.000 chips), e gli altri forti player rumeni che a Bucharest giocano in casa, come Traian Bostan (718.000 chips), Oshri Lahmani (711.000 chips), Paul Ciaca (664.000 chips) e Lulian Lacob, con 574.000 chips.

Per i più curiosi è stato reso noto il pay out ufficiale dell’evento. Al vincitore finale andranno ben 133.400 euro. Per tutti i giocatori qualificatisi al Day3 ci sarà comunque un premio in denaro, del valore minimo di 2.230 euro.

Queste cifre fanno capire molto bene l’interesse che riscuote il poker. Molti dei giocatori che partecipano a questi importanti eventi live hanno mosso i loro primi passi giocando in una poker room online. I più abili in alcuni casi hanno trasformato la loro passione per questo gioco in un lavoro estremamente redditizio e oggi viaggiano per il mondo partecipando ad eventi come quelli di PokerStars.

Emulare un giocatore di poker online è senza dubbio più facile che farlo con un giocatore professionista di calcio o altri sport popolari, anche per questo motivo i giovani che frequentano le maggiori poker room con regolare licenza AAMS sono sempre più numerosi.

PokerStars Festival Bucharest: gli azzurri in gara
Vota questo articolo
Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.