NewsPoker

Poker per principianti

Le regole e i trucchi per imparare a giocare e vincere!

Il poker, a differenza di molti altri giochi, può rivelarsi particolarmente ostico per i principianti. Non tanto per le regole e la matematica, che sicuramente richiedono una buona conoscenza, ma soprattutto per tutta una serie di errori che è semplice compiere per inesperienza e possono pregiudicare il buon o cattivo esito di una mano e quindi dell’intera partita.

Scegliere la variante giusta!

Come sappiamo nel poker esistono moltissime varianti: il nostro consiglio è provarle tutte, ma sceglierne poi una sola e concentrarsi su quella. A quel punto sarà necessario studiarne a fondo le regole e capirne segreti e strategie che si nascondono. Che si parli di poker online o dal vivo cambia poco: la conoscenza e la pratica sono la prima regola essenziale per scoprire tutti i trucchi del gioco e impostare la partita nel modo migliore!

Non perdere di vista il bankroll

Che si abbia a disposizione molto o poco denaro, e a prescindere dal gioco che si decide di fare, è importante stabilire prima di iniziare la cifra che si vuole spendere. A maggior ragione se si è principianti nel poker il nostro suggerimento è partite giocando importi bassi e affinare così strategie e conoscenza del gioco: ci si potrà permettere di fare errori senza che questi costino troppo caro. Solo sbagliando, del resto, si impara!

Quali sono gli errori più comuni?

Il poker induce spesso i principianti ad una serie di errori comuni. Riuscire a correggerli aumenta già di per sé il livello della prestazione e quindi la possibilità di riuscita. Vediamoli insieme:

Occhio alle mani

Il primo errore che compie ogni principiante è dettato dall’entusiasmo. Chi di noi sedendosi per la prima volta ad un tavolo non ha avuto subito l’istinto di voler giocare tutte le mani? I giocatori più esperti sanno che invece, selezionare accuratamente le mani con cui giocare, chiamare, rilanciare è la scelta più saggia.

Gli assi e le coppie alte sono il sogno di ogni players, ma sappiamo anche che nel corso di un torneo saranno ben poche le mani importanti e molte quelle marginali. Come selezionare quindi le mani in cui giocare? Una buona scelta si può operare in base alla propria posizione: certe mani fuori posizione sono da evitare, ma in posizione assumono un altro valore. E a questo proposito ci chiediamo…

La posizione conta?

Si tratta di un aspetto che tutti i principianti tendono a trascurare, ma la posizione può dare un grande vantaggio permettendo di sfruttare informazioni che, al momento della decisione, altri giocatori non hanno. C’è chi sostiene che la posizione è a volte più importante in una partita delle carte stesse. E a pensarci bene non ha tutti i torti. Vediamo perchè con due esempi:

  • Si ha una coppia bassa e si è i primi in un tavolo da 9 giocatori. Cosa fare? Si punta a rilanciare sapendo che ci sono altri 8 player che potrebbero contro rilanciare mettendovi in difficoltà o foldate passando un buon punto?
  • Stessa situazione, ma ultimi dello stesso tavolo. A quel punto, quando sarà il vostro turno, tutti gli altri giocatori avranno già fatto la propria scelta e la vostra, di contro, potrà essere calibrata su misura.

Meglio osare o osservare?

Il poker premia gli audaci, ed il motivo è semplice: puntando si può vincere in due modi, chiamando in uno. Eppure tutti i principianti fanno lo stesso errore: entrano in gioco facendo soltanto call e passando quindi non solo per deboli, ma anche per giocatori passivi. Non sempre osservare premia… nel poker serve anche una buona dose di audacia!

Pronti a provare il poker delle grandi sale di EurobetBwin e Gioco Digitale? Il divertimento ti attende, non ti resta che scegliere la tua versione preferita di poker e iniziare a giocare!

Mostra di più

Articoli correlati