NewsScommesse

Quando riparte la Serie A?

Ipotesi e previsioni per il futuro del campionato

Dopo oltre un mese di stop e la chiusura, uno ad uno, di tutti i campionati europei e mondiali in molti si domandando: Quando riparte la serie A?

Il discorso non è banale come può sembrare ai non addetti ai lavori: non si tratta solo di difficoltà nell’attribuzione dello scudetto o di desiderio di veder trionfare la squadra del cuore.
In particolar modo il calcio, tra tutti gli sport, porta con sè movimenti importanti di denaro. Sponsor, società, scommesse, diritti tv per la diretta.
Il motivo principale infatti è economico: non completare la stagione comporterebbe milioni e milioni di perdite per tutte le società, e a cascata fino alle serie minori ci sarebbero fallimenti a catena e di fatto il collasso del sistema calcio italiano, con sullo sfondo un crollo del valore del campionato con le televisioni e gli sponsor che rivaluterebbero al ribasso le proprie offerte.

Una cosa è certa: la situazione è ancora molto seria e la pandemia, sebbene in questi giorni i numeri sembrano in miglioramento, tutto è tranne che passata. Spiragli di luce tuttavia si iniziano ad intravedere. Il 13 Aprile è previsto un nuovo decreto del presidente del consiglio e con buona probabilità da Maggio si darà il via alla famosa “Fase 2”. Una fase che vedrà la riapertura di alcune attività e, speriamo, degli allenamenti per le squadre.

Un’Italia che si è fermata, dunque, ed insieme ad essa lo sport. Ora si inizia a parlare di date…

Quando riparte la serie A?

Partiamo dagli allenamenti: con buona probabilità le squadre potranno tornare in campo dal 4 Maggio. Poi si ipotizza che il campionato potrebbe ripartire tra il 24 Maggio e il 7 Giugno. Le due ipotesi, come sempre accadono, hanno nel mezzo la verità e molti optano per Domenica 31 Maggio come data utile per la riapertura della Serie A. Le squadre dunque, potrebbero tornare in campo, ma i cambiamenti saranno tanti.

Primo tra tutti si giocherà a porte chiuse, inevitabilmente senza pubblico, e sempre più di frequente vedremo la scelta di campi neutri per evitare di giocare in quelle zone dove il contagio ha colpito con maggiore violenza.

La speranza è veder tornare tutto quanto prima alla normalità e questo, per noi Italiani, vuol dire anche campionato di calcio!

 

Mostra di più

Articoli correlati