NewsScommesse

#PioliOut

Il Milan ha scelto l'allenatore e #PioliOut diventa trend topic

#PioliOut : l’hashtag della protesta dei tifosi rossoneri

Non è servita l’ufficializzazione della notizia: al solo nominare il tecnico parmigiano la rabbia è dilagata sul web al suono dell’hashtag #PioliOut. La contestazione è ovviamente nei confronti della dirigenza e per l’umiliazione derivante dagli eventi:

“Il punto più basso della nostra storia, peggio della Serie B, fa più male di Istanbul, più del gol preso dal portiere del Benevento, peggio della stagione con Inzaghi, peggio di Brocchi. La peggiore umiliazione della storia recente e meno recente”.

Giampaolo esonerato

Che l’esonero di Marco Giampaolo fosse già scritto era evidente: all’ormai ex allenatore non è stata sufficiente la vittoria di Genova contro il Grifone per mettersi in salvo da chi già lo voleva fuori. Partito con tutti i buoni propositi e con un progetto ben chiaro sin dall’estate scorsa il tecnico si è poi dovuto scontrare non solo con colpe proprie, ma anche con una campagna acquisti non proprio consona alle sue richieste.
Giampaolo è rimasto in carica per 111 giorni. Record per lui come allenatore durato meno nella squadra rossonera dopo aver iniziato una stagione.
E così ora i tifosi all’insoddisfazione per la situazione in classifica, che vede il Milan davvero ad un passo dalla zona retrocessione, si somma la rabbia per l’ingaggio dell’ex Viola.

L’ex tecnico dell’Inter firmerà un biennale da 1,5 milioni di euro

Stefano Pioli ha già incontrato il Milan. E ora si attende solo l’annuncio ufficiale: nel pomeriggio ci sarà l’incontro per definire i vari dettagli contrattuali. Domani, l’ex Lazio e Inter guiderà il suo primo allenamento a Milanello: la seduta era inizialmente prevista al mattino, ma è probabile che venga spostata nel pomeriggio.
Stefano Pioli sarà l’ottavo allenatore ad aver allenato sia il Milan che l’Inter ed il quinto a sedere sulla panchina rossonera negli ultimi 5 anni e 9 mesi (Allegri, Seedorf, Inzaghi, Mihajlovic, Brocchi, Montella, Gattuso e Giampaolo).

 

Tags
Mostra di più

Articoli correlati