PokerStrategia

Le 3 strategie per vincere (quasi) sempre a poker

Conoscere il modo di manipolare gli avversari è una delle abilità principali che si devono imparare prima di imbattersi in un qualsiasi torneo di poker. Questa particolare abilità è la linea che separa i giocatori mediocri dai giocatori professionisti o che comunque aspirano al professionismo.

Le strategie di manipolazione degli avversari vengono usate in tutte quelle situazioni in cui c’è la necessità di aggiustare il gioco per poterne trarre il maggior beneficio possibile e per far fare agli avversari esattamente le mosse che si hanno in mente.

Questa abilità, naturalmente, va affinata nel corso del tempo e vanno perfezionate quelle piccole sfumature che renderanno una strategia praticamente perfetta. Impedire che gli avversari leggano correttamente la propria mano oppure impedire loro di ragionare lucidamente sono alcune di queste.

Ma per far questo bisogna necessariamente imparare a leggere gli avversari come se fossero un libro aperto. Studiando gli altri, si apprenderà anche cosa fare per non essere letti e questo è un fattore di importanza fondamentale, se non si vuole veder sfumare i propri piani per la conquista del piatto.
Per questo motivo bisogna prendere confidenza col concetto di tell.

Come manipolare gli avversari: usare i tell a proprio favore…

I tell, nel gergo pokerista, sono tutti quei gesti volontari o involontari che ci permettono di leggere il giocatore avversario e quindi di capire che tipo di mano ha e di agire di conseguenza. Tell in inglese significa letteralmente raccontare, quindi i tell raccontano proprio lo stato d’animo dei giocatori e quindi le carte che potrebbero avere.
Probabilmente, i tell più famosi sono “debole significa forte” oppure “un giocatore che sta bluffando è tutto tranquillo” oppure “un atteggiamento nervoso significa mano forte“, ma non è da sottovalutare il fatto che anche gli avversari conoscono questi tell e potrebbero agire di conseguenza propinandoti falsi tell ossia fingendo apposta per indurvi in errore.

Scoprire i falsi tell e usare falsi tell è una delle strategie per manipolare l’avversario e ribaltare la situazione a proprio favore.
Se si sceglie accuratamente la situazione giusta e si usano i falsi tell solo occasionalmente e solo quando in ballo ci sono grandi decisioni, allora nessun avversario riuscirà a scoprire i nostri piani e probabilmente la situazione sarà tutta a nostro favore.
Es. Se tu hai un’ottima mano e vuoi che il tuo avversario chiami una grossa somma, ricorrerai al famoso tell ” forte = debole”, ossia farai credere all’avversario di avere una mano debole con un atteggiamento aggressivo o troppo confidenziale. In questo modo l avversario chiamerà una puntata sostanziosa convinto che la tua mano è scarsa e tu ti ritroverai a vincere facilmente.

Lasciati etichettare

Cosa significa? Significa che devi lasciare che il tuo avversario si faccia un’idea del tuo modo di giocare, giocando alla rinfusa e senza un obiettivo preciso, lasciandoti guidare dalla casualità delle carte. La tendenza a categorizzare è molto comune ai tavoli da poker. Non importa se il tuo gioco è prevedibile oppure complesso, ogni avversario si farà una precisa idea di te e del tuo approccio alle carte. Sfrutta questo comportamento a tuo favore per manipolare una determinata situazione.

Nel momento che l’avversario ti ha etichettato come un determinato tipo di giocatore (ad esempio un giocatore tight o un loose), allora lo sorprenderai cambiando gioco e lo lascerai con un palmo di naso. Certo, sappi che questo modo di giocare è abbastanza comune soprattutto in quei tavoli dove cambiano spesso giocatori e non c’è il tempo di farsi un’idea precisa del modo di giocare di ognuno. In questo caso forse questa strategia potrà portarti benefici per un po’, ma alla lunga gli altri scopriranno il tuo gioco e agiranno di conseguenza.

Fare check – raise in un bluff

Manipolare i propri avversari facendo un check – raise in un bluff è probabilmente uno dei modi più forti ed efficaci per poter vincere un ottimo piatto anche se l’avversario ha una mano molto buona.

Il check – raise si effettua quando in un heads up (cioè un uno contro uno) il check, ovvero vedere una carta senza investire soldi, viene seguito da un raise, ossia un rilancio, forte sulla puntata dell’avversario. Perchè questa mossa è considerata così potente?

Perchè il check iniziale induce l’avversario a pensare che in quel momento tu hai una mano debole e quindi questo lo porterà a fare una puntata piuttosto grossa nella sicurezza di vincere. In questo modo fai si che il piatto si ingrossi con i soldi dell’avversario, ingannandolo.

Il successivo raise, ovvero il tuo rilancio sulla grossa puntata precedente, porterà l’avversario a trovarsi confuso perchè il quel momento avrà  capito che hai una mano sicura e potresti avere ottime chance di vincere il piatto. Tieni a mente che davanti ad un check – raise molti giocatori preferiscono foldare, mentre potrebbero non farlo di fronte ad una puntata semplice. Questo è un tipo di mossa che difficilmente viene fatta da un giocatore alle prime armi. Metterla in atto, significherà che il tuo avversario saprà di avere davanti un ottimo giocatore e quindi giocherà con più cautela.

Attenzione: siccome il check – raise è un inganno a tutti gli effetti, se giochi abitualmente online sappi che alcune room lo considerano proibito, quindi non ti consentiranno una mossa del genere.

Conclusioni

Ci sono tantissimi altri modi per manipolare gli avversari e rendere il gioco difficoltoso per loro, ma allo stesso tempo buono per te. Alcuni preferiscono parlare per mandare in confusione gli altri giocatori, oppure fare domande proprio mentre uno è concentrato a pensare alla mossa giusta da fare.

Ogni giocatore usa e conosce le sue tecniche speciali di manipolazione, affinate nel corso del tempo e dei tornei. Magari queste 3 che hai appena letto, già le conosci e già le usi. Se questo è il tuo caso allora il consiglio è di cercare di migliorarle sempre e di dare sfumature diverse ad ogni strategia. Questo perchè giocando sempre allo stesso modo, diventerai prevedibile e a lungo andare non riuscirai più a manipolare nessuno.

Le 3 strategie per vincere (quasi) sempre a poker
Vota questo articolo
Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.