PokerStrategiaTexas Hold'em

Gestione del budget: come usare il bankroll responsabilmente

Quando si gioca a poker si deve inevitabilmente fare i conti con 2 cose: la fortuna e la matematica. Non si può pensare di rendere conto solo ad una delle due tralasciando l’altra. Infatti, i migliori giocatori di poker al mondo sono riusciti a trovare il giusto equilibrio tra questi due fattori, bilanciando correttamente bravura e caso.
Tutto questo, ovviamente, è un processo che non si avvia da solo. Non si può pensare di mettersi al tavolo da gioco, così senza essersi fatti due conti seri, e sperare di vincere migliaia di euro.

Il primo passo per iniziare è imparare a gestire il proprio budget al tavolo da gioco. Non si arriverà mai da nessuna parte se non si impara ad usare correttamente il proprio bankroll in base alle proprie disponibilità. Se si tralascia questo fattore, sperando solo che la dea bendata si faccia viva al momento giusto, allora ci si dovrà arrendere ad una vita di perdite devastanti con tutte le conseguenze che ne derivano.

Cos’è il bankroll e come usarlo

Il bankroll è quella somma di denaro che si ha a disposizione per giocare. Per riuscire ad arrivare a non perdere tutto in poco tempo bisogna imparare a vincere il giusto, sopportando eventuali perdite e quindi non andando in negativo. Per far questo bisogna attenersi ad una regola di base.

Questa regola afferma che, per trovare il giusto equilibrio tra vincere tanto e perdere poco, bisogna riuscire a pagare almeno 100 buy in al tavolo in cui si intende giocare. Il buy in non è altro che la somma che va data inizialmente per entrare nel gioco. Quindi, avendo a disposizione 100$, non si dovrà giocare in tavoli con un buy in più alto di 1$. Questa è la regola dell’1%, non si deve investire mai più dell 1% del budget a disposizione.

Quindi, questo parametro aiuterà a capire quali sono i tavoli da cui stare alla larga per evitare perdite enormi.
Sia che si giochi online che al tavolo reale, ci sono tornei per tutti i gusti e per tutte le tasche. Chiunque può giocare, sia chi ha un budget minimo, sia chi non ha bisogno di badare a spese.

Bisogna ricordare, però, che soprattutto chi si trova a fare i conti con un bankroll ridotto, deve necessariamente trovare tornei in cui non rischi di perdere tutto in poche partite.

Facciamo un esempio: si può avere a disposizione una cifra di 500€. Questi soldi potranno essere spesi in vari modi. Magari in 10 tornei da 50€, magari in 40 tornei da 12€ o magari in 500 tornei da 1€. I soldi restano sempre quelli, cambia solo il modo di investirli. Giocando 10 tornei da 50€, magari la posta in palio è molto alta, ma è anche facilissimo perdere la metà del budget in sole 5 mani “sfortunate”. Questo perchè manca il tempo materiale per far si che le variabili del poker si equilibrino e che quindi le cose girino per il verso giusto. Quindi, probabilmente, dopo pochi minuti ci si ritroverà con la metà del budget andata in fumo e con il morale sotto terra.

Questa cosa è, invece altamente improbabile in tornei da 1€. Perché? Semplicemente perché giocando 500 partite è assai difficile che, dopo averne giocate la metà, si sia perso tutto. Anzi, dopo 250 partite è probabilissimo averne vinte molte e quindi aver accumulato un bel po di soldini. Questo succede perché si crea un giusto equilibrio tra soldi e fortuna e si da il tempo materiale alla dea bendata di venirci incontro.

La varianza: ossia il fattore fortuna.

Come detto poco fa la fortuna ha un ruolo molto importante in ogni partita. Nel poker si usa il termine varianza, ossia quel fattore per cui in un momento va tutto bene e ci si trova a vincere come se non ci fosse un domani e il momento dopo ci si potrebbe trovare in una situazione tutt’altro che piacevole.
Non si può sapere quale carta capiterà, né come andrà la prossima mano, né se filerà tutto liscio come l’olio.
In questo caso l’unica cosa da fare è cercare di mantenere la calma e non farsi prendere emotivamente dalla situazione. Il segreto per riuscire bene senza rimetterci troppo è cercare di giocare sempre la mossa migliore non facendosi influenzare troppo dai soldi in palio.
Se si capisce questo, se si riesce a non farsi prendere dal panico in situazioni difficili, allora la strada sarà tutta in discesa.

Conclusioni

Molti giocatori danno per scontato il proprio budget e la sua gestione. Così facendo, però, vanno incontro a perdite considerevoli che si sarebbero invece potute evitare. Mentre invece saper mantenere il proprio bankroll sotto controllo è il solo segreto per passare da pokerista mediocre a pokerista bravo e, in seguito, salire di livello.

Ora che conoscete questo segreto e sapete anche che la fortuna ha una grande influenza sulle mani, cercate sempre di fissare un obiettivo e non distogliervi da esso per nessun motivo. Solo tenendo a bada la propria emotività si riuscirà a giocare sempre nel migliore dei modi, assicurandosi delle buone vincite e poche perdite anche con un bankroll modesto.

Gestione del budget: come usare il bankroll responsabilmente
Vota questo articolo
Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.