Giocatori

Daniel Negreanu: una carriera milionaria che dura da 20 anni…

Giocatore di poker canadese, ma dalle origini romene, Daniel Negreanu nasce a Toronto il 26 luglio 1974. Conosciuto anche come kidPoker, è uno dei giocatori professionisti di poker più conosciuti e seguiti dagli appassionati grazie anche ad eventi importanti come Milion Dollar Challenge, Pokerstars Big Game e Poker After Dark. Daniel Negreanu è quello che tutti i giocatori di poker vorrebbero diventare, un esempio da seguire, anche se non tutti sanno che dietro ai suoi successi di oggi la strada è stata in salita.

Forse non tutti sanno che in realtà il primo amore di Daniel Negreanu non è stato il poker, bensì il biliardo. E’ durante le superiori, che frequentava anche con buoni risultati, che il giovane Daniel inizia a sostituire il tavolo del biliardo ai libri di scuola. In quel periodo kidPoker pratica diversi sport. Sempre nel corso della sua adolescenza viene a contatto con Evelyn Ng, sua amica, rivale e anche fidanzata. KidPoker parlando di lei in un’intervista racconta, del loro rapporto tra adolescenti, che uno dei loro problemi era proprio l’incapacità della ragazza di accettare di perdere.

Daniel Negreanu: Come ebbe inizio la sua carriera

Iniziò col poker intorno ai 16 anni giocando per lo più partite private. E’ proprio durante una di queste che la bella Evelyn gli diede una lezione che difficilmente si sarebbe dimenticato. Seduti ad un tavolo, uno contro l’altro, la giovane ragazza decise di foldare la mano e il giovane Daniel mostrò il bluff e iniziò a ridere. La bella e giovane Evelyn a quel punto, da sotto il tavolo, allungo un calcio negli stinchi del ragazzo che, raccontando l’episodio, disse di aver imparato la lezione: quando un bluff riesce non lo si mostra mai in faccia al suo avversario.

Come abbiamo detto questo è stato il periodo in cui il sedicenne ha iniziato a calcare i tavoli di poker, riuscendo anche a guadagnare 44$ all’ora giocando al Limit Hold’em. Non fu semplice per il giovane convincere i genitori che stava facendo la scelta giusta lasciando la scuola, decise cosi di appuntarsi tutto per mostrare i suoi progressi alla sua famiglia. Era in grado di sapere quanto guadagnava un giorno piuttosto che un altro, in un circolo piuttosto che un altro. Il giovane si dava dei voti alla fine di ogni sessione di gioco per avere sempre a mente che la fortuna conta, ma non bisogna essere totalmente dipendente da essa.

In quel periodo i locali frequentati non erano certo quelli scintillanti di Las Vegas; è anche capitato che Daniel si trovasse in un locale preso d’assalto da alcuni rapinatori. Negreanu ha raccontato come un signore che era al suo tavolo, notando che non aveva contanti, dopo aver messo delle banconote davanti alle sue fiches, ne mise alcune anche davanti a quelle di Daniel tirandolo fuori probabilmente da un grosso guaio. Fu forse quello uno degli episodi che spinse Daniel ad andare a Las Vegas.

Daniel Negreanu: La carriera dal 97 ad oggi

Il suo inizio tra i tornei di poker avviene nel 1997 in cui ne vince 3 guadagnando 71.200 dollari. L’anno successivo vince il suo primo braccialetto nella specialità Pot Limit Holdem al primo torneo giocato alle WSOP divenendo il giocatore più giovane ad averlo vinto, almeno fino al 2004 anno in cui perde questo record.

Gli anni 2003 e 2004 lo vedono vincere altri due braccialetti oltre a due titoli WPT, divenendo cosi uno dei migliori giocatori.

Il suo anno di maggior successo è sicuramente il 2004, anno in cui è stato nominato giocatore dell’anno da Card Player, Giocatore dell’anno WSOP e giocatore dell’anno WPT.

Il 2005 vede Daniel aprire la sua poker room con il suo sito ufficiale, con un blog e una serie di forum sul poker. Il suo soprannome kidPoker arriva proprio da qui, quando giocava nella sua poker room con questo pseudonimo.

Nel 2006 utilizza il suo sito per promuovere una competizione dalla quale sarebbe uscito il suo “pupillo”, che Daniel voleva trasformare in un giocatore professionista e per cui avrebbe pagato le spese per 4 eventi con un Buy-in di 10.000 dollari. Il primo a vincere fu Brian Fidler e l’anno successivo Anthony Mak.

Il 2007, a seguito della firma con PokerStars, vede la chiusura del suo sito che resta solo sotto forma di forum e sito di informazione.

Il 2008 è l’anno del quarto braccialetto mentre il 2009 lo sfiora arrivando secondo. Le vincite nei tornei nel 2010 superavano la cifra da capogiro di 14.000.000 di dollari. Non ha mai perso l’abitudine di frequentare regolarmente la Bobby’s room di Las Vegas e partecipa a 6 stagioni dell’High Stakes Poker.

Il 2013 è un’annata d’oro per Daniel che vince altri due braccialetti e vince nuovamente il premio come giocatore dell’anno dell’WSOP

Nel 2014 diventa l’uomo che ha vinto di più nella storia del poker sportivo arrivando secondo al Big One for One Drop alle WSOP vincendo una cifra di 8.288.001 portando cosi le sue vincite totali a 29.700.000 dollari.

Nel 2015 vince nello show televisivo Shark Cage vincendo quasi un milione di dollari e diventa il primo giocatore di poker a superare i trenta milioni di vincite.

Negreanu e le trash hand

Nel corso degli anni Daniel diventa famoso per la sua ‘teoria’ sul gioco delle trash hand (ovvero come imparare a bluffare anche se in mano hai un misero 7 – 2 offsuit). Una trash hand è una ‘mano spazzatura’ cioè quel tipo di mano con cui non si dovrebbe mai giocare, in quanto il suo valore è pari a zero. Ma secondo Negreanu, esistono due criteri importantissimi su cui si basa la scelta o meno di giocare una mano del genere: cercare di bluffare avendo così la possibilità di fare un buon punto ed essere convinti che gli altri non abbiano mani buone e tentare il tutto per tutto.

Quindi, giocare una trash hand dipende dall’insieme di queste due condizioni e sfrutta i punti deboli degli avversari. Negreanu ha imparato bene ad usare questo tipo di gioco, tanto che i risultati delle sue vincite sono ben noti a tutti.

Qualche curiosita’ su Kid Poker

Nel 2008 pubblica il suo libro Poker Hold’em Strategy. Ha aperto un sito in cui insegna a giocare a poker, ha collaborato alla realizzazione del videogioco Stacked with Daniel Negreanu curando la parte dedicata ai consigli. Ha scritto molti articoli, oltre 100, per CardPlayer Magazine. Ha collaborato con una scuola di poker on line e ha dato anche lezioni a personaggi famosi.

Fin da giovane ha sempre avuto un debole verso il cinema e la macchina da presa e infatti ha interpretato un cameo, giocando a poker contro Gambit, in X-Men le origini. In ‘Le Regole del Gioco’ ha interpretato se stesso. In Sport Science ha dimostrato come un giocatore di poker può superare la macchina della verità mentendo e non si è fatto mancare un’apparizione nel video di Katy Perry ‘Waking Up in Vegas’. Insomma il nostro Daniel oltre che un uomo dei record è decisamente un uomo dalle mille risorse.

Daniel Negreanu: una carriera milionaria che dura da 20 anni…
5 (100%) 2 votes
Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.